CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

 

Diritti del Viaggiatore

 

Agenzia di viaggio & Tour Operator

Prima di stipulare il contratto leggi attentamente le condizioni e il programma di viaggio e diffida delle offerte a costi irrisori. Il venditore ha l’obbligo di comunicare al cliente tutte le informazioni necessarie per il viaggio, i documenti, le vaccinazioni e il programma di viaggio (orari di partenza e di arrivo, nomi e indirizzi degli alberghi, numeri di telefono del corrispondente locale).

Se prima della partenza vengono comunicate variazioni significative su quanto concordato hai diritto ad annullare il viaggio e chiedere la restituzione della caparra.

Informati della possibilità di rinuncia al viaggio ovvero se puoi designare un’altra persona che ti sostituirà o la possibilità di stipulare un’assicurazione per mancata partenza che ti permetterà di non perdere il costo del viaggio. Nel caso di recesso o cancellazione del pacchetto da parte del venditore hai diritto a sceglierne un altro equivalente o di qualità superiore oppure richiedere che ti sia restituita la somma versata. Se il servizio ricevuto è difforme da quello pubblicizzato (es. albergo di qualità inferiore, disservizi) puoi inoltrare un reclamo al venditore per ottenere un rimborso, in quanto tutte le informazioni riportate sul catalogo o supporto multimediale sono vincolanti.

 

Viaggio tutto compreso

Il “viaggio tutto compreso” è un pacchetto composto dalla combinazione di volo aereo, alloggio e altri servizi con almeno una notte di soggiorno. Per questa tipologia di viaggi il passeggero ha diritto a ricevere:

• precise informazioni sul viaggio;

• l’opuscolo informativo nel quale devono essere indicate in modo chiaro la destinazione, l’itinerario, la sistemazione alberghiera, i mezzi di trasporto previsti, i pasti, il prezzo, nonché informazioni generali in materia di espatrio e visti. Le informazioni contenute nell’opuscolo sono vincolanti per l’organizzazione (all’opuscolo puo’ essere sostituito un opportuno supporto multimediale: ex. sito web);

• prima della partenza l’organizzatore deve fornire per iscritto gli orari, le località di sosta intermedie e le coincidenze;

• una copia del contratto o voucher riassuntivo dei servizi con il timbro e la firma dell’organizzatore.

Il passeggero ha diritto a trasferire la propria prenotazione ad un’altra persona dandone notizia all’organizzatore entro 4 giorni lavorativi prima della partenza. In caso di annullamento nei 3 giorni prima della partenza perderà l’intero costo del pacchetto. Prima di tale data si dovrà fare riferimento alle condizioni di cancellazione previste dal venditore. Il prezzo del pacchetto non può essere variato a meno che non sia espressamente previsto dal contratto: l’aumento non può superare il 10% del prezzo e non può aver luogo nei 20 giorni che precedono la partenza.

Nei casi di recesso previsti dal contratto o per la cancellazione del pacchetto, non per colpa del passeggero, quest’ultimo ha diritto a scegliere un altro pacchetto turistico equivalente o di qualità superiore senza supplemento di prezzo. Nel caso in cui il pacchetto fosse di qualità inferiore, il passeggero ha diritto al rimborso della differenza. L’organizzazione con la quale il passeggero ha stipulato il contratto è direttamente responsabile per qualunque tipo di inadempienza contrattuale. In caso di reclamo, il passeggero deve inviare una raccomandata indirizzata all’organizzazione entro e non oltre 10 giorni lavorativi dalla data del rientro.

 

Alloggio

Le strutture ricettive devono (in Italia, o secondo la legislazione turistica del paese di riferimento):

• essere munite di idonea areazione, illuminazione, acqua calda e fredda e servizi sanitari a norma;

• esporre in modo visibile i prezzi praticati ed eventuali oneri accessori;

• essere indicate la tipologia, la categoria, il segno distintivo di classificazione, gli orari e i periodi di chiusura.

L’albergatore ha l’obbligo di garantire l’igiene, la sicurezza e la sorveglianza della sua struttura. Dalla classificazione degli alloggi (1-5 stelle) il turista dovrebbe ricavare l’indicazione sintetica ed univoca dei servizi offerti. A parità di standard possono però corrispondere prerogative anche sensibilmente diverse. Sono previsti requisiti obbligatori come la pulizia della camera una volta al giorno, cambio biancheria, servizio ricevimento, addetto disponibile alla chiamata per servizio notturno ecc.. Normalmente le camere vanno lasciate libere tra le 10,00 e le 12,00 del giorno di partenza. Se non viene liberata entro l’orario comunicato si intende confermata per un’altra notte. L’albergatore deve tenere a disposizione la stanza prenotata, senza il versamento della caparra, fino alle ore 18,00 del giorno di arrivo; può poi assegnarla ad altri. Nel caso in cui sia stata versata una caparra, l’albergatore deve tenerla a disposizione fine alle 10,00 del giorno successivo.

Se hai prenotato la stanza ma al tuo arrivo l’albergo è completo, l’albergatore deve trovare una sistemazione analoga di categoria equivalente o restituirti il doppio della caparra versata.

Se hai intenzione di portare il tuo animale domestico informati, in fase di prenotazione, se è accettato e quali sono le norme a riguardo.

Il turista all’arrivo dovrà presentare un documento d’identità da esibire alla struttura ricettiva in cui soggiornerà per la registrazione.

 

Ambasciate

In particolari situazioni di emergenza che richiedano interventi a tutela dell’integrità, dell’incolumità e della libertà personale potrai rivolgerti all’Ambasciata per le seguenti necessità:

• ricevere informazioni relative a medici, avvocati, traduttori di fiducia;

• rilasciare a titolo gratuito un documento di viaggio per il rientro in patria in caso di furto o smarrimento;

• rilasciare o rinnovare il passaporto;

• erogare prestiti per agevolare il rientro in patria dietro promessa di restituzione.

Qualora il tuo paese non avesse in quella località una rappresentanza diplomatica potrai rivolgerti alle autorità di un altro stato membro della U.E.


Annullamento del viaggio

1. A causa del viaggiatore

Se hai acquistato un biglietto aereo a tariffa ridotta e/o a date bloccate, oppure prima della partenza non puoi partire, perdi l’intero prezzo del biglietto. In ogni caso occorre fare riferimento alle condizioni di cancellazione/rimborso previste dalla compagnia aerea che ha emesso il biglietto.

Nel caso di un “viaggio tutto compreso” hai diritto a trasferire la tua prenotazione ad un’altra persona dandone notizia all’organizzatore entro 4 giorni lavorativi prima della partenza. In caso di annullamento nei 3 giorni prima della partenza perderai l’intero costo del pacchetto. Prima di tale data si dovrà fare riferimento alle condizioni di cancellazione previste dal venditore. Per le specifiche condizioni di cancellazione/rimborso di Grandi Orizzonti soc.cop.coc. si veda la specifica sezione “prima della partenza“.

2. A causa del Tour Operator

Il viaggio può essere annullato per il verificarsi dei seguenti eventi:

• causa di forza maggiore come ad esempio terremoti, alluvioni, imprevedibili situazioni politiche o sanitarie;

• annullamento previsto dal contratto ad esempio il mancato raggiungimento del numero minimo dei partecipanti;

• responsabilità del Tour Operator.

L’organizzatore dovrà in tali casi restituire le somme versate dal cliente o proporre una meta alternativa


Armi

Il trasporto di armi da fuoco e da taglio devono essere accompagnate da regolare permesso. I cacciatori che si recano all’estero, devono essere in possesso della “Carta europea delle armi da fuoco” per portare l’arma in un altro paese dell’Unione. Per maggiori informazioni rivolgiti alle autorità competenti.

Se viaggi in aereo, armi e munizioni devono sempre essere segnalate al momento della prenotazione e trasportate nella stiva fino alla destinazione finale. Le armi sono accettate solo se scariche, smontate e imballate in appositi contenitori. Le munizioni devono essere trasportate solo per scopi sportivi e in quantità non eccedenti 5 kg per passeggero. Inoltre devono essere imballate in appositi contenitori dotati di una chiusura di sicurezza, resistenti agli urti e al fuoco.

 

Assicurazione 

  1. Per l’annullamento del viaggio

    Se decidi il viaggio poco prima della partenza, puoi non aver diritto ad alcun rimborso. Per tal motivo è consigliato, al momento della prenotazione, di stipulare un’assicurazione per mancata partenza direttamente con l’agenzia di viaggio. Di solito queste polizze prevedono una franchigia a carico dell’assicurato.

  2. Contro gli infortuni e le malattie in viaggio

    Prima di partire puoi munirti di una polizza assicurativa sanitaria privata con durata pari al periodo di permanenza all’estero. Tali tipi di assicurazioni coprono i costi dovuti ad un infortunio o a una malattia, non previsti dalla tessera europea di assicurazione, come ad esempio il trasporto in ospedale, la degenza, i medicinali, gli interventi chirurgici, il prolungamento de soggiorno se necessario, il rimpatrio anche anticipato dell’assicurato e il trasporto di un familiare.

 

Assistenza sanitaria

In caso di incidente o malattia improvvisa durante un viaggio in un paese dell’Unione Europea (compresi: Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera) i cittadini della UE possono beneficiare, gratuitamente o a costi ridotti, delle le cure mediche di prima necessità presentando la tessera europea di assicurazione di malattia.

Se non disponi della tessera hai comunque diritto a ricevere le cure di prima necessità ma dovrai anticipare direttamente il costo delle prestazioni ricevute. Successivamente, presentando le ricevute o le fatture sarai rimborsato.

Se la meta è un paese extra UE con il quale il tuo paese ha stipulato una convenzione di assistenza sanitaria bilaterale potrai usufruire dell’assistenza secondo le modalità previste dalla convenzione. Se la meta è un paese extra UE con il quale non esistono accordi bilaterali dovrai pagare direttamente il costo delle prestazioni senza alcuna possibilità di rimborso. In tal caso è consigliato munirsi di una polizza assicurativa sanitaria privata con durata pari al periodo di permanenza all’estero.


Disposizioni valutarie

Ricorda che esistono dei massimali per l’importazione e l’esportazione di valuta e titoli (circa € 10.000,00) al di sopra dei quali è richiesta una dichiarazione doganale.

 

Viaggiare in aereo

Overbooking

Il passeggero si vede negare l’imbarco nonostante sia munito di regolare biglietto, di prenotazione confermata e si sia presentato nei tempi previsti per il chek-in. Il caso di overbooking si verifica quando la compagnia aerea ha venduto un numero di prenotazioni superiori ai posti disponibili.  I passeggeri hanno diritto alternativamente:

• al rimborso del prezzo del biglietto per la parte del viaggio non effettuata;

• al primo volo alternativo fino a destinazione finale;

• ad un volo in data successiva a scelta del passeggero. Inoltre è previsto un risarcimento economico quantificato dalla Carta dei diritti del passeggero, a cui si aggiungono;

• una telefonata o fax, assistenza, pasti o rinfreschi per il periodo d’attesa ed eventuale pernottamento in albergo.

• integrazione economica se viaggia in una classe inferiore a quella prenotata.

Ritardata partenza e cancellazione del volo

Se il ritardo è imputabile alla Compagnia, il passeggero avrà diritto a:

• rimborso economico quantificato dalla carta dei diritti del passeggero

• ricevere informazioni sul ritardo, sulle cause e sull’orario previsto per la partenza;

• una telefonata o fax;

• pasti e consumazioni in relazione all’attesa;

• eventuale sistemazione in albergo.

In caso di cancellazione del volo e di impossibilità di raggiungere la destinazione il passeggero ha il diritto di ottenere il rimborso per la parte non utilizzata del biglietto. Il alternativa, può raggiungere la destinazione finale anche con voli operanti da altri vettori, seppure in data successiva, comunque non oltre la validità del titolo di viaggio.

Modalità per i reclami relativi al bagaglio

Per lo smarrimento o i danni al bagaglio il passeggero ha diritto da parte della compagnia aerea ad un risarcimento economico quantificato dalla Carta dei diritti del passeggero.

Il reclamo deve essere inoltrato immediatamente ad un rappresentante della compagnia aerea verbalmente, per iscritto, per fax o e-mail. Il personale della compagnia deve fornire in modo chiaro ed adeguato le informazioni relative alle modalità del reclamo. La compagnia aerea deve rispondere per iscritto entro 30 giorni e proporre la possibilità di una conciliazione extragiudiziale.

 

Bagagli danneggiati

Il danneggiamento del bagaglio deve essere denunciato direttamente al servizio bagagli in aeroporto presentando il relativo scontrino. Se la segnalazione non viene fatta immediatamente è necessario presentare un reclamo scritto entro i termini previsti per legge. La compagnia non si assume responsabilità per danni dovuti a normale usura (es. graffi, abrasioni, macchie solubili) o causati da sovraccarico. Il passeggero ha diritto ad un rimborso quantificato dalla Carta dei Diritti del Passeggero.

 

Mancato arrivo del bagaglio

All’arrivo, la mancata consegna del bagaglio deve essere denunciata in aeroporto ad un rappresentante della compagnia o dell’ufficio “lost & found” mostrando l’etichetta del bagaglio consegnatavi al check-in. Nel caso in cui siano trascorse 24 ore dallo smarrimento ed il bagaglio non sia stato ancora rintracciato, il passeggero che non si trovi nel suo luogo di residenza ha diritto ad ottenere dalla compagnia aerea una somma di denaro per far fronte alle prime necessità ed un rimborso quantificato dalla Carta dei Diritti del Passeggero.

Responsabilità relative alle persone in caso di incidente.

Per il trasporto effettuato dalle compagnie aeree comunitarie non esistono limiti di responsabilità in caso di incidenti, nei confronti dei passeggeri, per danni da morte, ferite o lesioni personali, a prescindere dal luogo dove esso avviene. La compagnia aerea provvederà ad un rimborso quantificato dalla Carta dei diritti del passeggero e deve provvedere al pagamento di anticipi, in proporzione al danno subito, entro 15 giorni dall’individuazione del beneficiario.

Le compagnie aeree non comunitarie che operano nella UE e che non intendono applicare tale sistema risarcitorio, hanno l’obbligo di informare i passeggeri e di illustrare il regime seguito. La responsabilità delle compagnie non comunitarie è comunque limitata.

 

Viaggiare in auto e moto

Quando viaggi all’estero in auto o in moto sei tenuto a rispettare il codice della strada del paese in cui ti trovi: informati sulle norme di circolazione stradale (limite di velocità, limite del tasso alcolico autorizzato ecc.) e la necessità di disporre di particolari accessori di sicurezza, anche se nel tuo paese non sono richiesti. In caso di infrazione sarai passibile delle medesime sanzioni in cui incorrono i cittadini nello Stato membro. In tutti i paesi della UE è obbligatorio l’uso delle cinture di sicurezza sia sui sedili anteriori sia su quelli posteriori e dell’uso del casco per la moto.

Generalmente chi proviene dagli stati membri della CE (esclusa la federazione russa) vede riconosciuta la propria patente. Invece, chi proviene da un paese extra-europeo deve possedere un permesso di guida internazionale e la propria patente nazionale in corso di validità. Se entri in un paese straniero alla guida di un veicolo non di tua proprietà, è obbligatorio munirsi di una delega a condurre con firma autenticata del proprietario che autorizzi l’espatrio del veicolo.

Chi proviene da un paese membro della CE si vede riconosciuta anche la propria assicurazione senza costi aggiuntivi. Potrebbe essere opportuno comunque possedere la carta verde, certificato riconosciuto a livello internazionale per la copertura assicurativa all’estero che facilita la richiesta di risarcimento in caso di incidente. E’ obbligatorio possedere la carta verde per recarsi nei seguenti paesi: Albania, Andorra, Bielorussia, Bosnia-Erzegovina, Bulgaria, Iran, Israele, Macedonia, Marocco, Moldavia, Romania, Serbia e Montenegro, Tunisia, Turchia e Ucraina. La carta verde può essere richiesta alla tua compagnia di assicurazione o acquistata direttamente alla frontiera del paese che intendi visitare.

Per noleggiare un’auto è richiesta la patente di guida valida da almeno un anno, una carta di credito valida e un documento d’identità. Il limite di età per il noleggio dell’auto non è fissato a livello europeo ma, varia tra i 20 e i 23 anni. Può anche essere imposta un’età massima che può variare dai 65 ai 75 anni.

 

Viaggiare in nave, traghetto, treno

Ogni compagnia segue una propria normativa. Prima di metterti in viaggio è opportuno informarsi sulla regolamentazione in riferimento all’acquisto e i tempi di utilizzo dei biglietti, alle modalità di rimborso, alle procedure adottate nel caso di ritardo e soppressione del vettore.

 

Privacy Policy & Note Legali

Condividi